Intervista al presidente Dott. Luca Fossi

Luca Fossi, direttore del Centro Vittoria

Il Centro Vittoria ha, nel suo logo, un cuore. E con tanti colori. E tanti sono i progetti che il Presidente del Centro, Luca Fossi, ha intenzione di portare avanti nel 2019, assieme alle e ai collaboratori, ai professionisti e ovviamente agli utenti e alle loro famiglie.

Luca, avete una nuova bellissima sede. Parlaci degli obiettivi che vi ponete in questo 2019

Il mio intento è quello di sviluppare questo nuovo spazio mettendo a disposizione delle famiglie le nostre professionalità. L’obiettivo, che desideriamo con forza, è quello di poter aiutare i e le ragazze/i con problematiche specifiche attraverso vari tipi di attività, creando una sinergia stretta e vitale con le famiglie e gli enti.

Al centro della vostra azione c’è la persona e i suoi bisogni, sia emotivi che relazionali, sia educativi che familiari. Quali sono le sfide più grandi, nel nostro Paese, per le persone disabili o diversamente abili?

La sfida più grande è quella di una totale integrazione che tenga conto dei diversi aspetti della esistenza di ciascuno e li valorizzi al massimo, includendo in questi percorsi famiglie, figure parentali e l’intero tessuto sociale. Non è un sogno ma un obiettivo reale e realizzabile e noi ci impegneremo a farlo.

In questo nuovo capitolo della vostra storia avete deciso di entrare nel comparto formativo, con la consulenza della Dott.ssa Pinzuti, nota per essere una esperta nell’ambito formativo e delle Pari Opportunità. Perché questa scelta?

Perché ci interessa condividere con chi ne può trarre beneficio tutte le conoscenze acquisite nel corso di questi anni al servizio degli altri. E volevamo farlo nel modo migliore, portando a professionisti/e, educatori, operatori e operatrici, docenti, famiglie, un sapere sia tecnico che relazionale, sia scientifico che emotivo. Una presenza e un supporto. La Dottoressa Pinzuti, che si occupa da un decennio di pari opportunità ci è sembrata la persona migliore per farlo. Iniziamo una nuova avventura che ci emoziona e ci stimola. E che vogliamo condividere con chi vorrà.

Che frase vorresti lasciare alle famiglie che vivono la ricca e complessa esperienza di vita con una o un disabile?

La convinzione che, insieme agli altri, si possano raggiungere traguardi inimmaginabili. La certezza per le famiglie di avere dei supporti che possano sostenere il loro caro anche dopo di loro. Facciamo questo con dei professionisti/e che sono al loro fianco e che si occupano del loro benessere garantendo la loro presenza in ogni momento della giornata e in ogni circostanza, con la passione, la conoscenza e l’amore.